Eulalia Allievi

 
 
Presentation
Website

 

 

 

PRESENTAZIONE:


Eulalia Allievi nasce a Milano nel 1954, residente in Arcore (MI).
La passione innata per la pittura la porta a dedicarsi al mondo dell'arte da autodidatta.

In Brianza, un'artista-artigiana crea segni grafici usando la materia: per dare una forma
e una consistenza reale o simbolica ai suoi pensieri. Siamo ad Arcore in via Lombardia
nello studio/abitazione di Eulalia Allievi; dove lei lavora con pochissimi attrezzi per ottenere
le sue superfici grezze o opache, lisce o lucide, movimentate da rilievi e venature, che attraverso
i colori comunicano l'essenzialitá con la massima semplicitá. Il suo istinto primordiale, le sue forme
sono pitture e sculture astratte e informali che ci fanno ritornare per gioco un po' bambini, ma ancor
di piú ci invitano a far sognare, a viaggiare con la fantasia fino ai nostri giorni da quelle tracce, segno
di un magico passato.

Raffaello Taló

 

 


CURRICULUM:

2005 Collettiva Galleria - STUDIO D'ARTE APERTO - Arcore (MI)
2005 Collettiva "SOLI DARTE" Villa Mariani - Casatenovo (LC)
2005 Collettiva "OPERE DI PICCOLO FORMATO" Villa Scaccabarozzi - Usmate/Velate (MI)
2006 Collettiva mostra "TERRA & TERRA" Villa Scaccabarozzi - Usmate/Velate (MI)


CRITICHE:
- Gino Casiraghi -

Il primo rilievo che si può fare guardando l'opera di Eulalia Allievi è che lei ama la materia.
Ora, per ragioni di spazio e di contesto, riporto solo un breve commento riguardante i suoi ultimi lavori.
Questi sono costruiti perlopiù da frammenti di materia, delle paste elaborate su superfici in tinta neutra.
Sono creazioni che evocano stesure di manufatti primordiali; e come gli artefici primitivi, lei plasma la
materia non con l'intento di ferirla, di lacerarla, ma di costruire immagini, certamente dall'intonazione
ancestrale però in chiave moderna.
Su quelle plasmate forme in rilievo, lei pratica poi dei segni graffiti, segni che sembrano sintagmi di una
scrittura sconosciuta, un alfabeto certamente privato, degli ideogrammi come di un misterioso esoterico
linguaggio.
Ora sorge spontanea una domanda: come si può leggere tali segni? Come un primordiale agire della
Mano che doveva stupire l'uomo primitivo con la scoperta che i propri pensieri potevano essere portati
fuori? Come un ludico piacere psichico di minare il linguaggio di una sconosciuta civiltà? Cosa vuole
comunicarci questa pittrice con la sua poetica volutamente emblematica e come appartenente a una
cultura sconosciuta?
Forse, quei semantemi che compongono il suo linguaggio artistico, nascono semplicemente dall'idea di
proporre un nuovo originale percorso espressivo.
Oppure la cosa è più complicata, nel senso di implicazioni socio-fisiologiche?
Riprenderemo altrove il discorso.


Eulalia Allievi - Via Lombardia, 10 - 20043 Arcore (MI) Tel. 039-616768 - Cell. 3394603056

 

 



 

 

 

Return to homepage
Google
 
Web www.imag.it
Return to top